Il 25 aprile oggi, al di là della retorica

0
Il 73º anniversario della Liberazione sarà ricordato nelle Valli e nel Pinerolese con una serie di iniziative che vanno al di là della commemorazione. Gli ultimi testimoni diretti dell’accaduto e i membri di associazioni e comitati sono impegnatissimi nel coinvolgere le giovani generazioni. «I nostri giorni sono caratterizzati da conflitti in tutto il mondo – riflette Giulio Giordano, partigiano e presidente Anpi di Torre Pellice -. Celebrare il 25 aprile è molto attuale». Ad Angrogna, domenica 22, si svolge una manifestazione unitaria, per tutta la Val Pellice. Fiaccolate sono in programma, la sera del 24, a Pinerolo e Fenestrelle (per l’intera Val Chisone). Diversi Comuni, da soli o in gruppo, celebrano poi la ricorrenza proprio il giorno 25. Qualche esempio: a San Secondo il programma comincia con la consegna ai diciottenni della Costituzione nata dalla Resistenza. A Porte si ricorda l’ex-presidente dell’Anpi Giancarlo Griot, prematuramente scomparso. A Bricherasio si trascorre la mattina all’Ecomuseo di San Michele. A Villar Perosa si possono visitare i rifugi antiaerei. Gli articoli nelle pagine interne sono identificabili con questo simbolino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here